mercoledì 4 marzo 2015

Jüdisches Museum Berlin & Kadishman masks


Perché Berlino è così.
Ti giri a Est e c'è la storia, ti giri a Ovest e vedi il futuro.
Ti distrai tra palazzi di Piano e metropolitane che funzionano 24/24 ma poi, d'un tratto, come uno schiaffo, ti ritrovi davanti il memoriale all'olocausto, o chissà quale altro monumento volutamente ancora ricoperto di fuliggine per lasciare sempre vivo il ricordo di un periodo storico che non verrà di sicuro dimenticato.

Cammini con il tuo vanilla chai di Starbucks in mano verso il Check point Charlie pensando a come un pezzo di storia sia diventato così tremendamente turistico ed ecco in arrivo il secondo schiaffo... subito ti distrai e invece eccolo li: il museo ebraico, tra sofferenza e design, un museo che mai avrei creduto mi sarebbe piaciuto così tanto. Lo consiglio. Se non altro per arricchirci un po' di storia; per annusare i ricordi e sentire che qui è ancora tutto più vivo che mai.
Quella del post di oggi è stata una giornata davvero bella e interessante, intensa e utile a vivere la città.

Il video che vedrete in fondo al post è la parte finale del percorso al museo ebraico, una sorta di opera interattiva che ognuno può interpretare a proprio piacimento, l'opera è dell'artista israeliano  Kadishman.







Il video lo potete vedere per intero sul mio canale YOUTUBE cliccando QUI :


2 commenti:

  1. Adoro il tuo blog.Visita il mio o seguimi su Instagram

    http://instagram.com/ladyfur?ref=badge

    http://www.welovefur.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, mi fa davvero piacere, dal fashion stiamo vertendo verso il travel blog, mi piace questa nuova piega che sta prendendo il blog e sono felice che apprezzi!

      Elimina

YOU MIGHT ALSO LIKE...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

I migliori articoli di sempre!