martedì 28 ottobre 2014

Yeni Camii & Orient Express

In qualsiasi città, megalopoli o meno ognuno trova sempre la propria quotidianità, i paesaggi preferiti e la strada da percorrere; io la  mia l'ho trovata a Galata, tra la torre, il ponte e la nuova moschea (che vedete alle  mie spalle), il mercato delle spezie e le sue vie strette e affollate.... ma ancora non sapevo che nella zone qui circostanti era presente la stazione dei treni dove una vola arrivava da Parigi l'Orient Express verso Costantinopoli e dove Agatha Christie ha trovato ispirazione per il suo più famoso libro: "Omicidio sull'Orient Express".
E' un peccato che questa parte di Istanbul sia ancora poco pubblicizzata perché all'interno dell'edificio si respira ancora l'aria del passaggio di persone, usanze e vite che transitavano per questo luogo. Se capitate qui andatela a vedere, vi ruberà solo 10 minuti del vostro tempo ma per me ne vale davvero la pena!



giovedì 23 ottobre 2014

Tunel ----> Taxim #istanbul


Una delle strade più affollate del mondo, eppure ci si può sempre sentire a misura d'uomo in questa megalopoli.  Istiklal, nel picco di maggiore affluenza raccoglie 2 milioni di persone, di culture e di pensieri... nel mezzo di questa strada, il tram più famoso e fotografato della città percorre avanti e indietro questi 2,5 Km circa.
Chi visiterà Istanbul non potrà non percorrere questa via, non vi garantisco la durata del percorso visto che è interamente ricoperta di negozi, ristoranti, negozietti vintage e i famosi "passage" ognuno dei quali nasconde mercatini di ogni genere e tutti da vedere... si può dire che una giornata intera la potrete percorrere solo qui!

Seguitemi su INSTAGRAM @eleonoramoretti  nel caso capitiate qui per avere un po' di dritte in più delle solite Lonely Planet!




lunedì 20 ottobre 2014

Back to Istanbul: love this city from A to Z

Un ben ritornata a me che amo questo città come fosse mia da sempre... mi è mancata come quando ti manca il respiro, come quando da piccolo ti manca la mamma, con i suoi rumori, profumi e abitudini. Con il chai alla mela bollente sotto al ponte di Galata, con il panino con il pesce da mordere bollente per strada, con il profumo del narghilè alla menta e il frastuono del traffico.
E' per me difficile comunicare a parole quanto sia speciale, bella e intensa Istanbul, ma cercherò nel tempo di farvi capire perché questo amore è così viscerale.
Ieri sono riuscita a scovare nuovi angoli, nuovi scorci, mercatini vintage e nuove prospettive da cui osservare in silenzio Costantinopoli.
Ho ritrovato la stazione dove una volta passava l'Orient Express, ho visitato l'albergo dove viveva Agatha Christie quando ha scritto l'omonimo romanzo, ho mangiato il pidè migliore della città, seduta su uno sgabello immersa nel mercato delle spezie.
Ho vissuto la città.
Perché è solo così che si può davvero amare un posto, farlo proprio e viverlo quotidianamente.

- GAZELLE BLU ELETTRICO  prese su SOJEANS.COM







martedì 14 ottobre 2014

Un acquario a Larvotto


Mi piacerebbe vedere le vostre facce se capitasse anche a voi di passeggiare lungo la banchina di una spiaggia qualsiasi con alle spalle metri e metri in altezza in cemento, per poi abbassare lo sguardo e vedere tanti pesci che nemmeno all'acquario di Genova! Questo è capitato domenica scorsa sulla promenade durante l'ultima passeggiata a Monte Carlo prima di tornare nella mia città.... non potete capire lo stupore e due foto erano d'obbligo, quasi come i giapponesi davanti al Colosseo!
Tra due giorni si riparte per Istanbul dove spero che ad accogliermi ci sia un clima meno umido di quello che c 'è a Ferrara da una settimana.
Se volete curiosare le foto durante  i miei viaggi e i miei spostamenti seguitemi su INSTAGRAM @eleonoramoretti

P.S: Mi aspetta un Halloween in Turchia chissà come sarà la città in quel periodo sono curiosissima! ;)




YOU MIGHT ALSO LIKE...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

I migliori articoli di sempre!